La classificazione alberghiera

Sapevate che anche le strutture ricettive ricevono, quello che oggi chiameremo comunemente, dei “like”? Infatti, in base a ciò che le strutture offrono, vengono votate e questo determina la sua classificazione.

Prima di tutto occorre essere consapevoli di un problema fondamentale nella classificazione alberghiera, che è dato dalla consapevolezza che ogni nazione utilizza parametri diversi ed in ciascun parametro i requisiti richiesti possono essere differenti. Questo comporta inevitabilmente una falsa rigidità contrapposta ad un’assurda elasticità, nel sistema di valutazione qualitativa.

Forse non sapevi che nelle nazioni come: Francia, Germania, Regno Unito e Stati Uniti, ossia principali destinazioni turistiche al mondo, classificare l’hotel è un’attribuzione totalmente volontaria affidata il più delle volte ad agenzie di consulenza private o a siti web di viaggi. Facciamo un esempio per comprendere meglio il concetto espresso: per un turista italiano è assolutamente essenziale avere i servizi igienici privati in camera, viceversa questo è un aspetto secondario per un turista inglese. Ciò comporta che la stessa tipologia di classificazione alberghiera potrebbe (o non potrebbe) avere il bagno in camera a seconda della nazione in cui si trova. Quindi avendo un cliente italiano davanti, viene implicito che nel momento della scelta di una struttura, non possiamo fidarci solamente del suo numero di stelle riportato; dovremmo ogni volta leggere con attenzione cosa hanno (es. bagno in camera) e come vengono gestiti alcuni particolari servizi (es. pulizia giornaliera)

In linea generale, quali sono le competenze che permettono di determinare la classificazione?

  • Ampiezza (numero delle camere, delle sale comuni e dei locali di servizio);
  • Servizi proposti (piscina, centro benessere, servizio in camera ecc.);
  • Professionalità e formazione degli operatori
  • L’ubicazione della struttura, la qualità dell’immobile ed un accogliente arredamento.

In base a tali competenze non ricevono un “like”, bensì una stella. Maggiore è il numero di stelle e più un albergo è considerato lussuoso. In Italia gli alberghi sono classificati in:

© PIXABAY – Taken

  • 5 stelle “lusso”
  • 5 stelle
  • 4 stelle superior
  • 4 stelle
  • 3 stelle superior
  • 3 stelle
  • 2 stelle
  • 1 stella

L’attribuzione delle stelle è effettuata dallo stesso titolare o dal legale rappresentante attraverso un’auto classificazione che occorre presentare, prima dell’inizio dell’attività, al Comune in cui ha sede la struttura ricettiva. Il mantenimento della classificazione è soggetto a verifica periodica da parte della Provincia e ad aggiornamento ogni cinque anni.

 

 

  • p.s.

qualora desideriate maggiori informazioni circa la classificazione alberghiera o le strutture ricettive in senso generale vi invitiamo a leggere il primo volume della collana “Come diventare un Travel Agent”, per info a scriverci cliccando qui 

About the Author

By happyvoyage / Shop_manager, administrator, bbp_keymaster, bbp_participant

Follow happyvoyage
on Set 27, 2020

Il Tour Operator HappyVoyage opera da anni nel mondo del turismo offrendo un ampio ventaglio di proposte nazionali e internazionali. L'ufficio centrale, situato a Grottammare, e’ diventato simbolo di competenza, serietà ed affidabilità per tutti. Con gli anni la società ha sviluppato sul territorio nazionale una rete di travel agent, per offrire un servizio capillare alla propria clientela.

No Comments

Leave a Reply