TOP
Image Alt
Cosa vedere in Norvegia con ...

Happyvoyage

TRONDHEIM

Risulta essere uno dei paesi più fotografati della Norvegia! Questo perché in ogni angolo vi troviamo qualcosa di caratteristico: magazzini colorati, corsi d’acqua o colline con fitti boschi. Benché risulta essere la terza città del Paese, in realtà mantiene ancora quell’aspetto da piccola cittadina tranquilla che ti apre al desiderio di visitarla a piedi. Il suo centro è veramente unico in quanto attraversato da viali pedonali, abbellito dalla cattedrale gotica più a settentrione d’Europa e per finire costellato da musei. A fare da cornice a tutto questo il movimento perenne dei pescherecci ed il volteggiare dei gabbiani che ne segnalano la presenza.
Cosa vedere a Trondheim?
Quali sono i posti più interessanti della città?
Vediamo insieme le principali attrazioni di TRONDHEIM. Per ognuno, troverai una breve descrizione e approfondimento della parola chiave. L’ordine che vi indicheremo, corrisponde al miglior percorso che abbiamo sperimentato personalmente (Alla fine della descrizione vi indicheremo la parola chiave con il corrispettivo indirizzo, li potete far leggere ad un tassista per arrivare velocemente alla destinazione scelta!). Buona lettura !! ..

 


© Wolfmann – Wikipedia

-1°- Palazzo dell’Arcivescovo –  Risulta essere il più antico edificio secolare di tutta la Scandinavia, si presenta come un magnifico palazzo medievale che oggi ospita un bellissimo museo ed i gioielli della corona norvegesi. Venne costruito nella seconda metà del XII secolo, si affaccia direttamente sulle sponde del fiume Nidelva in pieno centro storico, vi consigliamo una bella passeggiata nel cortile per ammirare l’architettura medievale e la sua facciata in muratura perfettamente conservata. Il palazzo fu la residenza dell’arcivescovo fino alla Riforma del 1537, quando vi giunsero i governatori danesi. Della forma originaria ad U, le 2 ali in pietra e mattoni sono originali mentre nelle altre due vi sorgevano due edifici in legno che furono rasi al suolo dalle fiamme durante un incendio nel 1983. Oggi nell’ala ovest avrete modo di ammirare una serie di mostre: gli Ornamenti Reali Norvegesi, il Museo delle Armi e il Museo della Resistenza, mentre nell’ala sud viene ospitato il Museo del Palazzo Arcivescovile dove potrete ammirare sculture originali provenienti dalla Cattedrale di Nidaros. Permetteteci un suggerimento se desiderate visitare anche la Cattedrale, vi conviene acquistare il biglietto cumulativo, in questa maniera avrete modo di accedere a tutti e tre i siti (Palazzo dell’Arcivescovo, Tesoro della Corona e Cattedrale).

  • Erkebispegården – Kongsgårdsgata 1B, 7013 Trondheim

 


© HuBar – Wikipedia

-2°- Sinagoga e Museo Ebraico – Oltre alla Cattedrale gotica, abbiamo un altro importante luogo di culto in città: la Sinagoga di Trondheim, che risulta essere la seconda sinagoga monumentale della Norvegia. Questo edificio viene considerato come la sinagoga più settentrionale d’Europa. Fatto degno di nota è la sua storia: considerate che i primi ebrei arrivarono verso il 1880 circa e provenivano dai Paesi Baltici. In realtà la comunità ebraica si costituì solo nel 1905, quando ebbero un locale come sinagoga. Ma nell’ottobre del 1925 venne inaugurata questa sinagoga, il cui edificio in realtà è una vecchia stazione ferroviaria del 1864 che era caduta in disuso e quindi completamente ristrutturata. Come intuibile, osservandolo, l’esterno è rimasto originario alla vecchia stazione ferroviaria, mentre l’interno dell’edificio fu cambiato totalmente ricavandone una ampia sala di preghiera a tre navate. Oggi nel suo interno, possiamo anche trovare un piccolo museo che racconta la storia della comunità ebraica locale, decimata dall’Olocausto.

  • Arkitekt Christies Gate 1B 7012 Trondheim

 


-3°- La Cattedrale di Nidaros, ha tre primati: il primo, è il più grande edificio medievale della Scandinavia; il secondo, è la struttura gotica più a settentrione d’Europa; il terzo è la chiesa più importante della Norvegia. La sua costruzione iniziò nel 1066 in corrispondenza della tomba di Sant’Olav (*) nei pressi del fiume Nidelva. La Cattedrale è un’amabile esempio dell’armonia fra diversi stili architettonici medievali, vi troviamo: le sezioni più antiche, come la Cappella di San Giovanni, in stile anglo-normanno romanico, questa parte è stata eseguita per ordine del re Olav il Gentile e risalgono al XII secolo. Vi troviamo elementi gotici nel presbiterio ottagonale, se fate attenzione nel coro e nella navata troverete alcuni elementi comuni con l’Abbazia di Westminster e la Cattedrale di Lincoln. La facciata gotica è molto simile alle cattedrali inglesi di Wells e Salisbury, l’aspetto particolare è il numero impressionante di nicchie intarsiate ed occupate da statue, vi troviamo un grande rosone centrale accompagnato da due torri.
(*) Re Olaf II di Norvegia, fu ucciso nella battaglia di Stiklestad nel 1030. All’età di dodici anni iniziò le prime battaglie sulle coste dell’Europa settentrionale combattendo contro i danesi, durante un soggiorno in Normandia nel 1014 fu battezzato come cristiano. Nel 1015 tornò in Norvegia con un piccolo esercito e combatté contro il legittimo erede della corona, autoproclamandosi re iniziò il suo dominio sulla norvegia e impose il Cristianesimo scalzando la religione pagana

  • Nidaros Domkirke – Kongsgårdsgata 2, 7013 Trondheim

 


-4°- Passeggiare per Trondheim: Volete ammirare le bellezze di Trondheim?  Allora oltre a visitare chiese e musei, potete semplicemente passeggiare nella città, e mentre camminate all’aria aperta scoprirete le sue perle più belle. La prima perla è il Gamle Bybro, il ponte che permette di unire la città con la Fortezza di Kristiansten e ad ogni estremità vi è una torre, questo è il posto più adatto per scattare una foto agli edifici lungo il fiume! In città vi troviamo anche due importanti statue. La Statua del Vichingo, che rivolge il suo sguardo verso il mare, la potete trovare nella zona della banchina dell’Hurtigruten (risulta essere la copia della statua di Ericson a Seattle, U.S.A.). Questa statua ha un significato particolare, la commemorazione delle migliaia di norvegesi che sono emigrati nelle americhe. La seconda la trovate nel cuore della città, la Statua del re Olav Tryggvason. Trovarla è semplice, perchè si trova sopra la colonna che funge da meridiana, nella piazza centrale Torvet. Se vi chiedete che relazione c’è tra la vita dell’esploratore Ericson e quella del re Olav, sappiate che vi è un racconto che li unisce: nel 997 il re Olav Tryggvason ordinò di attraccare il suo veliero su un ampio banco di sabbia a Nidaros e di stabilirvi un insediamento. Successivamente l’esploratore Ericson fece visita a questo insediamento e quindi salpò per l’Islanda e la Groenlandia e arrivò nel Nord America.

 


-5°- Stiftsgården, è il più grande palazzo in legno del Nord Europa! Il palazzo fu realizzato da Cecilie Christine Schøller e venne costruito tra il 1774 e il 1778, in epoca tardo-barocca che fu un periodo di grande splendore per la città. Lo Stiftsgården oggi si presenta con 140 stanze che sviluppano circa 4000 m² calpestabili, ricordate che durante il periodo estivo potete visitarne alcune porzioni con delle visite guidate. Fu costruito come residenza privata ed oggi è la residenza ufficiale della famiglia reale quando sono in città, basti considerare che è stato anche è stata utilizzato per l’incoronazione del sovrano al posto della Cattedrale. Se siete qui ricordate che il giardino pubblico, lo trovate nel lato orientale del palazzo, è uno degli angoli più incantevoli della città.

  • Stiftsgården – Munkegata 23, 7011 Trondheim

 


© Magne Gisvold – Wikipedia

-6°- Rockheim, è un museo dedicato alla musica pop e rock dagli anni ’50 ad oggi, per lo più di artisti norvegesi. Lo possiamo definire un vero e proprio “tempio del R&B”, costruito in un grande ex-magazzino di grano situato lungo il porto. Lo potrete identificare facilmente, in quanto successivamente è stato aggiunto un ulteriore piano a forma di ‘scatola’ a sbalzo Fatto degno di nota questo piano è totalmente rivestito con delle copie di copertine di album e con un retroilluminazione formata da 13.000 LED, l’aspetto unico sta nel fatto che il pubblico presente può decidere i colori dei led utilizzando il proprio cellulare. Indubbiamente questo museo vuol essere una tappa imperdibile per gli appassionati di musica e non solo.

  • Rockheim – Brattørkaia 14, 7010 Trondheim

 


© Rüdiger Stehn – Wikipedia

-7°- Fortezza di Kristiansen – Se desiderate ammirare un’indimenticabile vista panoramica della città, allora vi consigliamo di incamminarvi dal Gamle Bybro fino alla Fortezza di Kristiansten (ci dovreste mettere solo 10 minuti). Questa fortezza fu costruita in seguito ad un grande incendio che devastò Trondheim nel 1681, il suo scopo era duplice: proteggere la città dagli attacchi nemici che sarebbero arrivati da est difendere e contemporaneamente, controllare la città. La sua costruzione terminò tra il nel 1685 e risulto fondamentale qualche decennio successivo, quando nel 1718 i cittadini respinsero gli invasori svedesi. Durante la Seconda Guerra Mondiale, i tedeschi occuparono la Norvegia ed utilizzarono la fortezza come prigione e patibolo per i patrioti della Resistenza Norvegese. In effetti la fortezza fù il luogo ufficiale di esecuzione dei traditori e dei criminali di guerra sia durante che dopo la seconda guerra mondiale, considerate che il noto nazista Henry Rinnan fu giustiziato qui.

  • Fortezza di Kristiansen – Kristianstensbakken 60, 7014 Trondheim

 


Isola Munkholmen – Un aspetto veramente particolare, visto il posto in cui ci troviamo, è che i cittadini di Trondheim possono godersi un pò di relax in spiaggia e al mare. La migliore spiaggia della città, la troviamo però sul vicino isolotto di Munkholmen. Sull’isola vi era un monastero benedettino fondato nel 1100, in realtà nel corso dei secoli divenne la sede di esecuzione di pene capitali, una prigione, una postazione dotata di armi contraeree a difesa dei sottomarini ed infine di un edificio doganale. Nella stagione estiva l’isola è diventata la meta prediletta per piacevoli picnic in riva al mare, oppure il classico posto dove nuotare e prendere il sole. Vi possiamo trovare anche un bar e un piccolo ristorante con posti a sedere all’esterno. L’isola è raggiungibile tramite un traghetto da Ravnkloa, a Trondheim, che parte abbastanza di frequente, circa uno all’ora.

  • Munkholmen, Trondheim Municipality

 


N.B. 

Le informazioni, i prezzi, gli indirizzi, gli orari e/o qualunque altra descrizione è puramente a titolo informativo. La HappyVoyage srl non si assume la responsabilità di eventuali cambiamenti avvenuti successivamente alla stesura dell’articolo.


Articolo scritto da: INCICCO LUCA

Viaggiare è come sognare: la differenza è che non tutti, al risveglio, ricordano qualcosa, mentre ognuno conserva calda la memoria della meta da cui è tornato (Edgar Allan Poe). Col desiderio di rendervi il ricordo più piacevole possibile, mi sono sempre impegnato nel realizzare e creare il viaggio dei vostri sogni !! Leggete uno dei miei articoli o contattatemi qualora desiderate fare un viaggio. Il blog che state leggendo non rappresenta una testata giornalistica, in quanto le informazioni sono scritte senza alcuna periodicità. Non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Le opinioni espresse sono sotto la responsabilità dei rispettivi autori che ne hanno firmato l’articolo.

Post a Comment

You don't have permission to register
error: Content is protected !!